Incidenti auto guida autonoma

L’auto guida autonoma è un grande passo verso il futuro che si traduce con la possibilità di conoscere l’ambiente circostante, senza la necessità di un pilota in carne ed ossa. Le attività che di solito vengono svolte dal guidatore in questo caso sono svolte direttamente dall’autovettura attraverso una serie di comandi e dettagli testati e studiati appositamente perchè “faccia tutto da sola”.

Incidenti Auto Guida autonoma
Questa tipologia di autovetture possono, per ora circolare, solo previa autorizzazione e soprattutto in alcune aree delimitate al traffico e con velocità ridotta. Non si parla solamente di quanto, oggi, le grandi case automobilistiche stiano cercando di migliorare sempre di più questa tipologia di autovetture ma anche gli incidenti auto guida autonoma che potrebbero diventare un serio problema.

Incidenti auto guida autonoma: i dettagli

Gli incidenti auto guida autonoma sono uno dei punti focali di questo periodo: proprio perchè le maggiori case automobilistiche desiderano fare uscire sempre più prototipi con tali caratteristiche e soprattutto per l’incidente mortale avvenuto in Arizona dove una vettura Uber con guida autonoma ha investito una persona, senza che il guidatore potesse fare nulla per evitarlo.
Per alcuni questo episodio, oltre alle varie polemiche mondiali, ha dato un motivo per fermare i test e cercare di capire da quale parte iniziare per correggere l’errore. Dall’altra, altri colossi, utilizzano questo grave incidente come spinta per migliorare sempre di più il software utilizzato e garantire una maggiore sicurezza anche in caso di neve e ghiaccio.

Un incidente di tale entità, che ha visto la perdita della vita di una donna mentre transitava con la sua bicicletta è il chiaro segnale – secondo alcuni esperti – che la sicurezza di questa tipologia di autovetture non è ancora al 100%. Se un soggetto non viene riconosciuto dal software e tanto meno dal professionista alla guida sembra proprio sia tutto da rifare.
Gli incidenti auto guida autonoma non erano ancora avvenuti sino a questa tragica fatalità, che ora mette in discussione tutti i test previsti per il prossimo futuro. Secondo i professionisti, l’autovettura non dovrebbe avere alcuna “colpa” in quanto impossibile effettuare frenate di emergenza nel momento in cui un soggetto si presenta improvvisamente dinanzi ad essa: è però altrettanto vero che il software e la modalità di guida autonoma siano state inventate proprio per coprire ciò che l’occhio umano non percepisce.
Si spera che sia solo un caso di eventuali altri incidenti auto guida autonoma e che si riesca a trovare la chiave definitiva per un futuro a prova di robot.

Speak Your Mind

*

Vai alla barra degli strumenti