DISTANZIALI AUTOMOBILI: quali sono le caratteristiche e come usarli?

I distanziali per auto si presentano come oggetti tondi in metallo che vanno posti tra l’auto e le ruote della stessa. Essi sono più comunemente conosciuti come delle lastre in alluminio che, attraverso un processo di inserimento o fissaggio, si poggiano all’interno del mozzo della ruota. L’applicazione dei distanziali alla propria automobile garantisce una riduzione della campanatura del cerchio della ruota, pertanto si delinea un miglior aspetto esteriore  per la robustezza correlata al passaruota. Potremmo definire i distanziali come un buon compromesso per dare ottenere un veicolo, esteticamente, più sportivo. In alcuni casi, infatti, diventano quasi come i cerchioni di serie, ciò che danno il tocco finale alla vostra autovettura.

Perchè usare i distanziali auto?

L’utilizzo dei distanziali è scelto dai più per diversi motivi. Primo tra tutti, quello relativo all’aspetto esteriore dell’auto. I distanziali, infatti, sono utilizzati da anni da aziende come la Porsche per dare un look più aggressivo all’intera carrozzeria. Un altro motivo per il quale si sceglie di avvalersi dei distanziali auto è per migliorarne le prestazioni. I distanziali, infatti, aumentano la manegevolezza del veicolo anche se, talvolta, rischiano di modificarne l’equilibrio.

I distanziali possono rompere qualcosa?

I distanziali, inoltre, possono anche causare una più precoce usura dei componenti quali braccetti, sospensioni, ruote o assi. A causa della maggiore distanza rispetto al mozzo della ruota, il braccio di leva che proviene dal cuscinetto, riceve su se stesso un carico maggiore. Questi aspetti generano una maggiore usura.

In questi casi, inoltre, moltissimi cerchioni tendono ad allentarsi, soprattutto se sugli stessi non è presente un foro di centratura. Ricordiamo che la centratura non è quasi mai inclusa nei distaznaili di 5 millimetri, ma risulta integrata in quelli a partire da 10 millinetri.

A seconda delle dimensioni dei distanziali scelti, lo sterzo dell’automobile può diventare più o meno pesante, soprattutto in caso di curve molto larghe.

Nel complesso è possibile affermare che per dare un look diverso alla propria vettura, per renderla più sportiva, i distanziali si applicano alle gomme e in gran parte dei casi migliorano anche l’aderenza delle stesse. Un altro aspetto positivo è dato dalla maggiore stabilità dell’audio soprattutto in curva, tuttavia vi sono anche alcuni contro. Tra questi troviamo sia una maggiore rigidità nell’utilizzo dello sterzo sia una più precoce usura dei cuscinetti.

Come montare nella maniera corretta i distanziali sulla propria auto?

Elenchiamo innanzitutto quali sono le cose che vi occorrono: in primis dovrete procurarvi dei distanziali con le colonnette, un barattolo di vernice, una chiave dinamometrica, un liquido per ripulire la verniciatura, dell’alcool etilico, un pezzo di carta vetrata per metalli, una chiave a tubo e dei bulloni.

La cosa più importante prima di procedere al montaggio è assicurarsi di aver acquistato dei distanziali idonei per il nostro modello di autovettura. Mai usare dei distanziali che non si adattano in maniera corretta.

Il video di Emanuele Sabatino.

Come montare i distanziali auto

  • grattare con la carta vetrata lo spessore del distanziale e, con un panno imbevuto di alcool, sgrassiamo con cura lo spessore;
  • grattare con la carta verata la parte che andremo a verniciare, avendo cura di eliminare completamente tutta la ruggine presente su di essa. Avvaliamoci di un detergente multiuso e, con l’aiuto di uno straccio e di alcool etilico, provvediamo a ripulire la superficie interessata. Infine, incartiamo con cura le zone che non andremo a verniciare, in maniera particolare la molla dell’ammortizzatore;
  • quando il mozzo sarà completamente pulito per essere verniciato, è possibile stendere la prima mano di vernice senza il distanziale. In seguito, dopo aver atteso che la vernice sia completamente asciugata, applicare il distanziale;
  • dopo esserci stesi per terra, procediamo ad allentare le ruote, per poi svitare i bulloni così da alzare l’automobile con l’aiuto del cric;
  • è arrivato il momento di inserire i distanziali sopra i mozzi della ruota, aiutandoci con la chiave dinamometrica per fissare, infine, con estrema precisione i bulloni. Questi ultimi dovranno essere più lunghi rispetto a quelli originali della propria vettura. Infiliamo la ruota e abbiamo concluso il nostro lavoro!

Il montaggio e la lavorazione dei distanziali auto costituisce un aspetto di fondamentale importanza. Già quando sono presenti piccolissimi squilibri nella rotazione, questi generano uno stato di guida instabile e, di conseguenza, pericoloso.

Seguite i nostri suggerimenti e vi assicurerete un montaggio perfetto!

Speak Your Mind

*

Vai alla barra degli strumenti